Lungo via Moscova, a Milano, in adiacenza alla mediateca sita nell’ex chiostro degli Olivetani, è stato realizzato uno scavo di bonifica da parte di General Smontaggi, per la successiva costruzione di parcheggi interrati.
Lo scavo è risultato molto particolare per le attività di assistenza necessarie alla lavorazione; prima di poter effettuare la bonifica dei terreni, infatti, è stato eseguito uno scavo archeologico. In pratica gli escavatori hanno fornito assistenza agli archeologi, con l’apertura di scavi per la messa a vista delle fondamenta di una ex chiesa settecentesca, poi utilizzata da Napoleone come polveriera. Alla fine dei lavori archeologici, pur non essendo stato rinvenuto alcun reperto di valore, è stato eseguito il rilievo zenitale per la ricostruzione della mappa della città di Milano del passato. Le fondamenta della chiesa sono state poi demolite e si è proceduto allo scavo di bonifica, constato in 22.000 metri cubi. Proprio per la storia di Milano, lo scavo ha avuto anche un altro tipo di assistenza. Durante la II Guerra Mondiale la zona è stata soggetta a bombardamenti per cui lo scavo era assistito da tecnici per la bonifica bellica: prima di approfondire ogni scavo veniva infatti controllato il volume da scavare con strumenti che indicano la presenza di ordigni inesplosi, fortunatamente mai rilevati.